Chi siamo

Peacocklab è un’associazione culturale nata nel 2008 e dedita al riutilizzo creativo di ambienti urbani dismessi o trascurati tramite eventi e attività di ricerca in ambito musicale e artistico; valorizza spazi in disuso o semplicemente poco conosciuti della città, crea connessioni, riattiva sinapsi perdute e soprattutto regala un po’ di magia a Bologna.

Negli anni l’associazione è diventata una fucina creativa particolarmente abile nel canalizzare l’attenzione dei giovani e della cittadinanza su determinate aree urbane, creando network stabili tra le realtà esistenti nel territorio.

L’associazione ambisce a creare un network stabile tra le realtà esistenti nel territorio, valorizzando alcuni spazi del centro storico e non. La rassegna “Kultural Enzymes” realizzata con l’obiettivo di animare il Parco Pincherle, un’area che versava in condizioni di degrado e abbandono, ha trovato la sua naturale evoluzione in “Ricreazione” la prima rassegna di sempre organizzata nel Parco del Cavaticcio. Il successo dell’iniziativa ha trasformato il parco, appena ristrutturato ma fin ad allora poco frequentato, nel fulcro delle estati bolognesi. Nello stesso periodo Peacocklab ha puntato i riflettori su tanti altri patrimoni urbanistici della città (Dall’Esprit Nouveau alla Velostazione di Bologna). Nel 2017 l’associazione inventa e realizza il Guasto Village, progetto sperimentale che ha trasformato una zona critica nel cuore della Zona Universitaria in uno spazio creativo e per la città. Il progetto si ispira alle operazioni di riqualificazione partite dal basso che hanno rivalutato interi quartieri in diverse città d’Europa, da Pop Brixton di Londra al Plek di Amsterdam.

Dopo il successo della prima edizione, concentrata essenzialmente nella riqualificazione di Via Del Guasto e Largo Respighi, nel 2018 il progetto si è allargato anche a Piazza Verdi che è stata trasformata nel più importante palcoscenico dell’estate bolognese grazie all’organizzazione di più di 70 eventi culturali.